Biografia: Marian Hall alias Lady Saw

Ci sono tanti nomi per Lady Saw: The Queen of Dancehall, The First Lady of Dancehall, o l'ultimo: Mama Saw. L'ultimo nome, tuttavia, è abbastanza adatto a questo punto della sua carriera perché è The Matriarch per tutte le deejay dancehall femminili e probabilmente alcune rapper donne. È la prima deejay donna a vincere un Grammy (cosa che ha fatto con No Doubt for Underneath it All – Best Performance by a Duo or Group with a Vocal), a ottenere il triplo disco di platino (con detto singolo), a diventare oro (con Vitamin C per Smile) e per gli spettacoli principali al di fuori della sua nativa Giamaica. Anche prima che Gwen Stefani e i suoi compari chiamassero Saw per il loro singolo mainstream di successo insieme, Missy Elliott e Foxy Brown avevano contattato da tempo il cantante/deejay/produttore/cantautore per valutare i loro flirt hip-hop/reggae. Veramente, questa mamma ha avuto un impatto, non solo negli angoli fumosi della dancehall dove i suoi testi sensuali fanno bollire le coppie e il vino, ma a livello internazionale. Il suo stile, una miscela di rude gyal, inni da damigella d'onore e invettive volgari e audaci su scene sessuali reali e surreali, è oggi più che mai richiesto.

E non c'è niente di matronale in questa mamma. Strip Tease, il suo ultimo album e sesto con la VP Records, l'etichetta che ha generato tutti i suoi album (Lover Girl 1994, Give Me the Reason 1996, Passion 1997, The Best of Lady Saw 1998, 99 Ways 1998), è un intruglio che è è da un po' che mi frulla. Il CD di 20 tracce presenta la produzione di Troyton della fama di Gimme The Light, Tony Matterhorn, Don Vendetta Bennett, Delano Thomas per la Renaissance Crew Productions e la stessa Lady Saw. She's Hot Mama on Man is the Least e nella title track Strip Tease, in cui canta agli uomini: Lasciami spogliare, così posso stuzzicare, così posso metterti in ginocchio…. È la mamma sexy in I've Been Dreaming of You e la mamma più cattiva in I'm Coming Over. Tuttavia, completa il suo io cattivo quando diventa una Mama's Girl in Mama I Love You, una dedica a sua madre morta nel 2002. Quando eseguo questa canzone, le persone tra il pubblico piangono, dice. Anche alcuni dei miei colleghi intrattenitori. Lady Saw si è anche unita all'ultima ossessione della musica dancehall per le canzoni a tema dance. Il suo si chiama Move Your Body con Voice Mail. Se un video andrà in onda, dice che la vedrà contorcere il suo corpo nella mossa principale, una divisione completa. (Mi sono esercitato, dice.)

Strip Tease è l'album più equilibrato di Saw di sempre. Gli argomenti vanno dal tradimento dei coniugi (It's Been So Long) al prendere l'uomo di un'altra ragazza (I've Got Your Man), da una ragazza che vuole solo divertirsi a letto (None Stopper) all'essere innamorata (Still Convind). La canzone Pretty Pu–y, tuttavia, è il miglior esempio in questo album di quanto possa essere controversa. Saw, meglio conosciuta per le sue esibizioni che di solito comportano atti sessuali simulati con uomini che sceglie tra la folla, e per i testi che sono stati chiamati slack, potrebbe essere etichettata come post-femminista o autorizzante da un giudice migliore. Pretty Pu–y è una di queste tracce. Su di esso nomina tutte le glorie che gli uomini trovano in questa parte dell'anatomia femminile mentre dice alle donne di sentirsi orgogliose del loro organo. Le donne adorano questa canzone ogni volta che la eseguo, dice. Vogliono sentirlo.



La Lady Saw che sentiamo oggi, però, era una volta una cantante che realizzava successi con cover di Chaka Khan (Sweet Thing) ed emulava il suo omonimo, il compianto Tenor Saw, con canzoni come Am I Losing You e Glory Be to God. Gran parte del suo vecchio catalogo divenne hit nel Regno Unito e in Giamaica. Ma Lady Saw è sempre stato un ottimo dj in attesa. La notte in cui ha testato alcuni dei suoi testi hardcore, in stile deejay a un ballo del sistema audio, è stata la notte in cui le è stato concesso l'ingresso nel campo del deejaying dominato dagli uomini. È ciò che l'ha convinta a lasciare la sua casa nella campagna di Galina, St. Mary per gli studi di Kingston.

Era la fine degli anni '80 quando Lady Saw (nata Marion Hall il 12 luglio degli anni '70), all'epoca appena 15enne, lasciò il suo io da maschiaccio che vendeva frutta e gareggiava con i kart di legno per la giovane donna che se la cavava del ghetto di Kingston per diventare un artista discografico di prim'ordine. È diventata una regolare in studio dopo aver lasciato il suo lavoro di cucitrice presso The Free Zone, alla periferia di Kingston. Quel lavoro non era per me, dice. Vorrei fare il deejay al lavoro durante il giorno. Durante un periodo con la Diamond Label ha pubblicato la maggior parte dei suoi successi dancehall dei primi anni Novanta (If Him Lef, Find a Good Man e Stab Out Di Meat,). La VP Records si interessò a Saw quando si resero conto di quanto fosse accattivante. Ha firmato per l'etichetta per quasi dieci anni. Da allora, i suoi successi più commerciali includono Healing with Beenie Man, No Long Talking e Sycamore Tree.

Oggi, Lady Saw ha la sua società di produzione, la Hall Productions. Ha prodotto due riddim: Blindfold e Lock Jaw. Ha prodotto importanti artisti dancehall Capleton, Spragga Benz, Sizzla, Bounty Killer e Beenie Man. È una mentore per artisti emergenti sulla sua impronta e per Ce'Cile, la sua progenie artistica. Ha registrato per Shaggy, i leggendari produttori Sly & Robbie, Funkmaster Flex e Pharrell Williams dei Neptunes. È apparsa in The Tonight Show con Jay Leno e The Rosie O'Donnell Show. Ed è l'unica artista dancehall ad aver avuto la sua canzone, Give Me the Reason, interpretata da un cantante country.

Lady Saw aspira a parlare per tutte le donne. Per uno, può relazionarsi. È mamma di tre figli adottivi: una femmina e due maschi. È quasi sposata, ha attraversato la sua parte di crepacuore e infedeltà. Ed essendo una delle poche donne in un settore dominato dagli uomini, ha sicuramente sperimentato il sessismo. Mentre alcune persone pudiche trovano le sue espressioni, sia liriche che fisiche, offensive (una volta è stata bandita da alcuni importanti spettacoli teatrali), continua ad affrontare, ad ogni tratto di penna, quelli che considera i veri problemi faccia delle donne: essere figlie, mogli, fidanzate, sorelle e madri in questo mondo moderno pur essendo sensualmente sexy.

Top