Dwyane Wade spiega perché ringrazia Boosie Badazz per i commenti su Zaya

La superstar dell'NBA Dwyane Wade è sorprendentemente grata a Boosie Badazz e J-Boog per i commenti omofobici che hanno fatto sulla figlia transgender di 13 anni, citandoli come spunti di conversazione.

L'orgoglioso e impenitente papà lo ha reso noto durante l'ultimo episodio del podcast di I Am Athlete, giustamente intitolato Dwyane Wade: G.O.A.T. di Genitorialità. Da quando il pubblico è a conoscenza dello stato di genere del figlio di Wade, lui e sua moglie, Gabrielle Union, sono stati oggetto di pesanti critiche da parte di amici, familiari, fan e critici.

Per fortuna, sono stati fermamente al fianco della figlia adolescente transgender Zaya Wade e l'hanno sostenuta senza sosta per l'intero viaggio.



Nel febbraio 2020, Dwyane Wade ha partecipato a Good Morning America, dove ha divulgato aspetti della decisione di sua figlia di identificarsi come donna. È stato allora che il rapper Boosie Badazz ha fatto quello che sa fare meglio, ha espresso la sua opinione. Tuttavia, il suo sfogo non è stato ben accolto in quanto carico di stigma omofobico.

Devo dire qualcosa su questa merda, un infuriatodisse Boosi. Dwyane Wade, sei andato troppo lontano, fratello. Quello è un maschio. Un 12enne.

In seguito ha affrontato le sue dichiarazioni durante un podcast di Hot Boxin' With Mike Tyson, spiegando di essersi offeso perché è un bambino. Ha aggiunto: Se fosse stato un adulto di 18 anni, 19 anni, non avrei detto nulla, ma quello è un bambino. Mi sentivo come se un bambino non fosse... a 12 anni, non riuscissi a prendere quella decisione. E certe cose di cui parlo in questo modo, andava troppo oltre. Lo chiami lei, è troppo.

Sebbene l'ospite fosse d'accordo con le dichiarazioni di Boosie Badazz, si è assicurato di chiarire che non erano affari loro parlare, a cui Boosie ha risposto, scusandosi. Oh sì, mi scuso con Dwyane Wade. Intendo quello che ho detto, ma... non avrei dovuto dire una merda su tuo figlio, ha detto.

Zaya ha recentemente preso parte a un'intervista con l'ex first lady Michelle Obama, e questo, ovviamente, ha acceso una serie di dichiarazioni offensive. Il cantante J-Boog ha definito l'intervista come demoniaca e anche il rapper Lil Mama ha contribuito a condividere i suoi sentimenti. Ha fatto riferimento ai bambini transgender paragonandoli a cani e gatti, provocando aspre critiche.

Durante l'intervista a I Am Athlete, Dwyane Wade ha colto l'occasione per rivolgersi alle critiche, ma non come avresti immaginato. Ha iniziato, Alla fine della giornata, quello che ho a che fare con le persone, ho a che fare con la vita e la morte.

Ha parlato dell'alto tasso di suicidi nella comunità transgender e ha affermato che non vuole che suo figlio segua quella strada semplicemente a causa della non accettazione. Sono le persone nella comunità transgender che vengono uccise. I suoi ragazzi si uccidono, si impiccano; si stanno uccidendo a causa di qualcosa di semplice come l'accettazione. Qualcosa di semplice come l'amore incondizionato non viene dato a questi bambini e sarò dannato se mio figlio sarà quella persona a causa di qualcosa di semplice come me che sostiene chi sei.

Si è quindi rivolto sia a Boosie che a J-Boog e li ha ringraziati per essere stati vocali poiché, attraverso le loro azioni, hanno consentito di avere conversazioni su individui transgender. Quindi, Boosie, tutte le persone che hanno qualcosa da dire, J-Boog, che è appena uscito di scena di recente... tutte le persone che hanno qualcosa da dire sui miei figli, ti ringrazio perché stai permettendo alla conversazione di andare avanti perché sai cosa? Potresti non avere la risposta oggi, io non ho tutte le risposte, ma stiamo crescendo da tutte queste conversazioni.

I fan di Wade ora stanno inviando uno sfogo di amore, supporto e rispetto per lui poiché lo considerano un padre stimolante e straordinario.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da The Neighborhood Talk, LLC (@theneighborhoodtalk)

Top