Tekashi 6ix9ine uscito ieri dalla prigione, ospitato in una posizione segreta

Tekashi 6ix9ine è stato rilasciato ieri dal carcere perché un giudice ha stabilito che non rappresentava alcun pericolo per la comunità.

In una rapida svolta degli eventi, Tekashi 6ix9ine è ora un uomo libero. Il rapper, che stava scontando una pena in una prigione di Manhattan dopo essere stato condannato in un caso di racket federale, è stato rilasciato anticipatamente a seguito dell'incessante richiesta del suo avvocato di liberarlo, poiché le sue condizioni mediche lo rendono un bersaglio fatale per il COVID- 19 minaccia.

Il giudice Engelmayer, che ha recentemente rifiutato la richiesta suggerendo che fosse affare del Federal Bureau of Prisons, è stato assicurato che era qualificato in modo univoco per prendere la decisione in un'ulteriore lettera di Lance Lazzaro, l'avvocato di Tekashi 6ix9ine. Secondo Page Six, il giudice ha deciso in tribunale pochi istanti fa che il rapper avrebbe dovuto scontare i suoi restanti quattro mesi in reclusione domiciliare.



Secondo il giudice Engelmayer, l'imputato deve rimanere nella sua residenza tranne che per richiedere le cure mediche necessarie o per visitare il suo avvocato, in ogni caso con preavviso e approvazione da parte del Dipartimento di libertà vigilata, ha consigliato, perPagina sei. Inoltre, Tekashi sarà tracciato con un GPS e soggiornerà in una residenza approvata dal suo addetto alla libertà vigilata.

I primi rapporti erano che il rilascio del rapper era in sospeso, ma il giudice ha concesso ai pubblici ministeri federali un tempo assegnato per decidere se volevano confutare la decisione entro le 17:00. Mercoledì. Tuttavia, hanno affermato in una lettera che nel caso in cui la Corte rilevi 'ragioni straordinarie e impellenti' presentate dalle condizioni mediche dell'imputato, ponendolo ad alto rischio durante l'epidemia di COVID-19, il governo non si oppone alla richiesta di rilascio compassionevole dell'imputato , ha scritto il procuratore degli Stati Uniti Geoffrey Berman.

Tekashi 6ix9ine, che è stato immediatamente rilasciato oggi (giovedì), doveva inizialmente rischiare fino a 47 anni di carcere. Dopo aver collaborato con l'accusa per coinvolgere diversi membri della sua ex banda dei Nine Trey Blood, il rapper ha visto la sua condanna ridursi rapidamente. In primo luogo, i pubblici ministeri hanno deciso di far cadere un conteggio per il possesso di un'arma da fuoco, che ha lasciato il rapper di fronte a 37 anni. Più tardi, dopo il processo, è stato condannato a soli 2 anni dietro le sbarre e 5 anni di libertà vigilata, ma era previsto il rilascio anticipato quest'estate verso la fine di luglio. In un avvincente colpo di scena che farà per sempre parte della storia delle notizie hip-hop, al rapper è stato concesso un rilascio ancora prima durante l'epidemia di coronavirus a New York.

Chi pensava che questo giorno sarebbe arrivato così presto? Mettiamo alcune probabilità su quanti giorni pensiamo che il rapper farà tendenza sui social media. È l'ora della corona, potremmo tutti usare un dollaro in più.

Top